Home » Uncategorized » La lingua italiana è cattolica – così dicono…

La lingua italiana è cattolica – così dicono…

Qualche tempo fa, uno scrittore inglese (che ha scelto di vivere in Italia e nonostante ciò nei suoi primi libri ha detto ogni male di noi) lamentava che avvertiva “qualcosa di cattolico” nella traduzione italiana di un suo lavoro. Gli ho scritto: su una serie di questioni sulla traduzione letteraria ci siamo chiariti e trovati d’accordo, ma alla mia domanda se considerasse l’inglese una lingua protestante non ha risposto.

Più recentemente, in un gruppo di Facebook a cui ho aderito perché in genere è molto interessante, ho letto: “La scrittura italiana è un po’ come il cattolicesimo. Perché accontentarsi di un santo quando se ne possono avere cinquemila? Perché usare la fredda pietra quando esiste il mosaico dorato? Perché avere un Dio solo quando se ne può avere uno trino?

Se il confronto è tra una lingua inglese “protestante” e una lingua italiana “cattolica”, parecchie cose non quadrano. Le Trinity Church e i Trinity College sono più frequenti nei paesi di lingua inglese che da noi – così come il rilievo dato alla Pentecoste in Gran Bretagna, Germania, ecc. Di santi è pieno il Regno Unito, che ne ha messi tre anche sulla bandiera (le croci di S. Giorgio, S. Andrea e S. Patrizio), ha dedicato a San Paolo la cattedrale nella City, ecc. I mosaici dorati sono più tipici del cristianesimo orientale, ortodosso-bizantino – la cui influenza si ritrova soprattutto in luoghi particolari come Venezia e Ravenna.

Che gli italiani siano spesso molto meno concisi degli inglesi nel parlare e nello scrivere è un dato di fatto. Tirare in ballo la religione mi sembra fuori luogo, non degno di persone colte.

Annunci

1 commento

  1. gianfrancoporcelli ha detto:

    Ho segnalato questo articolo su Facebook e, in risposta a un commento, ho aggiunto:

    1) Non mi risulta che gli Evangelici, di cui ascolto la trasmissione radio ogni domenica mattina, abbiano qualche difficoltà a usare l’italiano per pregare e per predicare. Né che il Card. Newman abbia dovuto cambiare lingua al momento della conversione. Come dice una credente che conosco, parlare male del cattolicesimo è come indossare il tubino nero: va sempre bene.

    2) Sere fa, a un telequiz, nessuno dei quattro concorrenti ha saputo dire di che parlasse il quinto comandamento. Vabbè, è una quisquilia di poco conto… ordina solo di non uccidere. Mi starebbe bene anche l’ignoranza se certe persone dicessero quello che io dico di molte religioni orientali: siccome non le conosco abbastanza, non ne parlo. E invece loro del cattolicesimo ne parlano, eccome…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: